Storie di sesso in metropolitana

VIDEO - Cede scala mobile nella metro a Roma: decine di tifosi del Cska feriti

Vedere il sesso Daghestan

Ero andato a trovare un amico a F………non storie di sesso in metropolitana lontano dalla città in cui vivo. Ero stato fuori per il fine settimana e la domenica sera ero di ritorno. Dopo aver preso un treno ed un autobus, ecco che storie di sesso in metropolitana appresto a prendere la metropolitana. Avevo già notato che, soprattutto data la stagione i primi caldi, ecc…erano molte le ragazze a storie di sesso in metropolitana prestavo una particolare attenzione nella speranza di vedermi corrisposto.

Ma niente… Il viaggio in treno non aveva dato assolutamente frutti cosicchè mi ero quasi rassegnato a non acchiappare nessuna bella fighetta, finchè non mi è capitata quella donna in metropolitana. Non era una gran bellezza ma quel tipo di abbigliamento mi portava sicuramente a curiosare. Abbronzata e truccata con molta delicatezza, indossava un taillerino nero, gonna appena sopra il ginocchio, ed una camiciola rosa, leggerissima, che lasciava intravedere un reggiseno bianco con merletto.

A quella visione decisi di cambiare obiettivo, soprattutto dopo aver notato che non portava alcuna fede. Ma sembrava invece che le cose andassero malissimo. Fino a quando si alza per me era ancora presto e si avvicina alle porte come per uscire.

Ma alla fermata successiva non scende e neanche a quella dopo. Mi sembrava un cattivo gioco del destino con le mie ambizioni. Faccio qualche passo cercando di distinguere alle mie spalle, tra i tanti rumori, i suoi tacchi a spillo ma non ce la faccio.

Cosicchè mi volto furtivamente e velocemente e. Penso tra me. Ora devo decidere cosa fare e dove portarla. Lei naturalmente, non sapendolo, fa lo stesso ma viene bloccata dalla mia mano per un braccio non appena mi passa storie di sesso in metropolitana. Vedo proprio che hai una bella voglia di cazzo! Non si aspettava un attacco tanto volgare, ma ho deciso di evitare le moine del corteggiamento.

Mi gioco la partita come viene e sto a vedere. Vorresti dire che non hai seguito me? Che non ti piaccio? Ora ci sediamo tranquilli, tranquilli, su una panchina e facciamo due belle chiacchiere, ti va? Non si è mai trovata in una simile situazione e non sa bene storie di sesso in metropolitana reagire. Beh, hai trovato pane per i tuoi denti. Ora succhiamelo e fammi vedere quanto ti piace.

Penso, cazzo, stavolta ho trovato davvero una troia coi fiocchi. Non voglio sporcarmi le mutande. Quando ha finito le mollo storie di sesso in metropolitana capelli, la ritiro su e mi riabbottono i pantaloni. Lei tiene gli occhi bassi. Evidentemente prova una vergogna indicibile ma decido che è meglio battere il ferro finchè è caldo. Non so. Non fare storie. Siamo intesi? Ti prego. Siamo in pieno giorno. Fai quello che ti ho detto forza!

Ora muoviti e godi, troia. Sei proprio una puttana. Ma quanto tempo è che non vedevi un cazzo ben fatto? Dai, godi per bene che non ti capita più! Si piega subito sul mio cazzo e lo riprende in bocca, ancora vogliosa. Ci metto un secondo a venire e lei ribeve tutto. Chi la dura la vince. Sito web. Ultimi racconti erotici pubblicati A caccia di uccelli Apri la bocca Le parole che vorrei dirti Fai attenzione agli uomini Laurea in Scienza della Prostituzione.

Share Facebook Twitter Pinterest. Storie sexy raccontate da persone vere, esperienze vere con personaggi veri, solo con il nome cambiato per motivi storie di sesso in metropolitana privacy.

Ma le storie che mi hanno raccontato sono queste. Lascia un commento Annulla risposta Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Commento Nome Email Sito web. I più bei racconti erotici: www. Siamo online dal info erzulia.