Sesso di gruppo La storia di mia moglie

mia moglie fa stranissimi versi, non sapendo di essere ripresa

Sesso orale per lei e

Ecco a voi il racconto della trasformazione di una bella borghese di 40 anni in una puttana. È la storia vera di mia moglie e noi dividiamo totalmente il piacere che lei ricava da quasi due anni a questa parte.

Sono sposato da più di 20 anni con una bella bionda dotata di un grosso seno, in contrasto con la sottigliezza della vita. Da ragazza aveva avuto numerosi flirts ma non era mai stata penetrata da un uomo prima di me. Certo, si era lasciata masturbare, dando piacere ai suoi partners con le mani e con la bocca e offrendo anche, a 18 anni, la beltà del suo fondoschiena ad un giovane istruttore di cui si era innamorata.

Non voleva sacrificare la sua verginità perché voleva arrivare intatta al giorno delle nozze. Il ragazzo faceva talmente tanta pressione che alla fine aveva accettato di farsi sodomizzare. Naturalmente, il ragazzo aveva usato a sazietà quel buchino stretto, mentre la masturbava a lungo e a volte, più volte al giorno! Lei evocava con una certa nostalgia il piacere che aveva provato con quel ragazzo, parlando pessimisticamente del tempo che passava e che avrebbe fatto scomparire la sua bellezza.

La sua ansietà era percettibile e ho preso allora la decisione di accordarle una certa libertà sessuale — forte ormai dei tanti anni passati insieme che avevano scacciato la gelosia — in modo che i nuovi amanti avrebbero potuto confermarla del desiderio che ancora suscitava negli uomini. Il turbamento che leggevo nei suoi occhi contraddiceva la leggerezza dei suoi propositi. Una sera, bruscamente, mi ha annunciato di averci riflettuto sopra e di accettare la mia proposta.

Stravolto da questo scatenamento della sensualità, mi sono addormentato ma diverse volte, durante la notte, mi sono accorto che lei continuava a masturbarsi senza cercare di nascondere i suoi movimenti e i suoi gemiti. Decisamente aveva bisogno di numerose e intense relazioni sessuali! Ne ero estasiato perché questo pensiero mi eccitava da morire. Il giorno dopo, conformemente a quello che si era deciso, siamo andati a fare una passeggiata in città.

Il suo vestito aderente, molto avvitato, sottolineava le sue forme generose e si vedeva chiaramente che non portava il reggiseno. Un paio di stivali alti, intonati al vestito, accentuavano la perversità del suo abbigliamento e permettevano, nonostante la loro altezza, di apprezzare la forma delle sue cosce affusolate, dato che la gonna era super corta.

Parecchi uomini, incrociandola, le sorridevano e sapevo che lei li guardava negli occhi, restituendo il sorriso, mostrando i suoi bei denti bianchi. Lei si é fermata ad ascoltarlo ed sesso di gruppo La storia di mia moglie ho fatto finta di guardare una vetrina. Ho ripreso il mio pedinamento non appena loro sono ripartiti in direzione di una strada adiacente. Mia moglie ha subito accettato, posando a sua volta una mano sulla gamba di lui.

La teneva stretta a lui e potevo vedere che la sua mano le carezzava lentamente il seno destro. Sono rientrato a casa, ad aspettare il ritorno della bella infedele. Mia moglie é rientrata sei ore dopo, con occhi lucidi di eccitazione e profondamente cerchiati. Si é sdraiato sopra di lei e si sono abbracciati appassionatamente. Eccitata dai baci e dalle carezze, mia moglie ha afferrato il sesso del suo amante e se lo é infilato nella sua vagina bagnata. Ha urlato e detto oscenità ma era incapace di ricordarsene con precisione.

Aveva grossi coglioni vellutati che sbattevano con un rumore sordo contro le chiappe della mia tenera ed infedele sposa che, col viso sulla coperta, mugugnava di piacere.

Eccitato dal suo racconto, ho chiesto ad Anna di mettersi nella stessa posizione davanti allo specchio perché volevo sodomizzarla a mia volta, facendole rivivere fedelmente quello che aveva vissuto col suo amante.

I giorni seguenti, mentre io andavo a lavorare, mia moglie passeggiava sola, sempre vestita nello stesso modo arrapante, e la scena della prima volta si é ripetuta. Ben presto ha accelerato il ritmo perché uscendo presto la mattina trovava un amante per la mattina e uno per il pomeriggio.

Mi raccontava tutto, le sue emozioni, le urla, le caratteristiche fisiche e psicologiche del suo amante.

Sesso di gruppo La storia di mia moglie erano molto perversi, la prendevano in modi che lei non conosceva, e la obbligavano ad un linguaggio osceno. La notizia si era rapidamente diffusa tra il personale ed ogni volta il ragazzo cambiava.

Si mangiavano con gli occhi le grazie offerte di mia moglie, che stando sdraiata con le mani sotto la testa metteva in risalto le grosse tette dai capezzoli duri.

Anna provava un piacere violento ad essere guardata da altri uomini. Si era infilato dentro e la stava chiavando quando la porta si e aperta. Il ragazzo si é bloccato sulla porta, esitante, poi é entrato chiudendo la porta dietro di lui. Li ha guardati intensamente. Molto eccitata da questa situazione perversa, Anna ha cominciato a dire oscenità: — Il tuo cazzo mi piace! Ti prego, continua a fottermi, mi piace da morire! Mi fai godere di più di mio marito, hai un grosso cazzo!

Poi ha urlato tutto il suo piacere, lasciandosi cadere stravolta. Quando ha riaperto gli occhi, il suo amante stava fumando una sigaretta guardandola ironicamente, e ha fatto un cenno al ragazzo che continuava a divorare con gli occhi Anna. Dopo una breve esitazione, il cameriere si é aperto i pantaloni e ha tirato fuori un cazzo tutto rosso col quale ha sfiorato il viso sesso di gruppo La storia di mia moglie mia moglie, consenziente.

Si é masturbato con gesti rapidi e irregolari. Anna continuava le sue passeggiate mattutine, perché apprezzava la diversità delle avventure ma vedeva il suo giovane amante tre pomeriggi a settimana. Questo facilitava le operazioni di mia moglie. Anna ha anche accettato di farsi fotografare nuda in pose sesso di gruppo La storia di mia moglie, proteggendosi con una maschera sul viso, per precauzione.

Un giorno lui le ha confessato di aver mostrato le sue foto ad alcuni amici e che alcuni di loro avrebbero voluto conoscerla. Una volta fatte le presentazioni, hanno sesso di gruppo La storia di mia moglie a spogliarla completamente, baciandola a turno mentre le loro mani esploravano il suo corpo.

Si é ritrovata nuda, stesa sul tappeto in mezzo a tre uomini che, dopo essersi a loro volta spogliati, la carezzavano avidamente. Il piacere colava dalla sesso di gruppo La storia di mia moglie vagina nella quale si alternavano senza sosta le dita degli uomini. Aveva un grosso cazzo e non ci ha messo molto a farla venire sotto gli sguardi attenti dei suoi due amici.

Con le cosce gocciolanti dello sperma degli altri due uomini, si è lasciata scivolare su di lui. La sua vagina ben lubrificata ha inghiottito il cazzo senza nessuna difficoltà e ha cominciato a muoversi sotto gli sguardi degli altri due. Bruscamente, Anna ha sentito delle mani spingere sulle sue spalle e i sesso di gruppo La storia di mia moglie seni voluminosi si sono schiacciati contro il petto del suo amante.

Dopo essere stata sondata a più riprese da un dito, poi due, Anna ha sentito un glande contro il suo ano. Una volta che é stato ben in fondo a lei, i due uomini hanno agito di concerto e, con grande piacere di mia moglie, i due cazzi si torcevano dentro il suo ventre. Per la prima volta nella sua vita, la mia bella infedele conosceva le gioie della penetrazione simultanea. Hanno scaricato il loro sperma nel suo culo, nella fica e in bocca, mentre Anna era scossa da un forte orgasmo.

È arrivata, dietro mia richiesta, a convincere tre uomini a prenderla davanti a me, dato che ero molto eccitato da questa fantasia. Poi, in serata, ho provato un grande piacere a riascoltarla guardando le foto del suo bel corpo teso dal piacere, preso da tre amanti.

Avrebbe potuto lavorare come entraîneuse nel suo bar. Sarebbe stata una cosa discreta. Abbiamo accettato ed Anna é entrata in servizio la settimana seguente. Con la complicità del barman, ho fatto finta di essere un cliente abituale e mi sano seduto in un angolo.

Alcuni camionisti stavano bevendo un bicchiere chiacchierando animatamente quando é entrata Anna, vestita in un modo che mi ha sbalordito.

Il suo seno arrogante era puntato aggressivamente verso gli uomini che la contemplavano in silenzio. Ha inarcato la vita per far risaltare ancora di più i suoi seni e si é avvicinata a loro, sorridente. Il barman le ha dato una camera e lei é salita di sopra, ancheggiante, seguita da 5 uomini.

Il barman mi ha fatto segno di seguirlo e siamo saliti tutti e due allo stesso piano ma in una camera attigua a quella in cui era entrata Anna. Ho visto Anna stesa sul letto, con le gambe aperte, che si stava masturbando carezzandosi i seni.

I camionisti guardavano questo spettacolo erotico ridendo, facendo commenti piuttosto pesanti che comunque non sembravano dispiacere affatto a mia moglie. Quando ha eiaculato, ho visto Anna continuare a tenere in bocca il sesso di gruppo La storia di mia moglie e inghiottire tutta la sua sborra. Ha leccato nuovamente il sesso che ormai si stava ammosciando e poi, sempre in ginocchio, é passato ad un secondo uomo.

Poi, stendendosi sul letto, a cosce aperte, li ha invitati al banchetto! Gli uomini non si sono fatti pregare, e dopo essersi tolti i vestiti, si sono avventati sul quel fantastico corpo di donna. Mia moglie era seduta sul cazzo di un uomo mentre un altro le entrava nel culo fino ai coglioni e, aiutandosi con le braccia, alzava le gambe il più in alto possibile, spalancandole. Mia moglie smetteva ogni tanto di fare pompini per dire oscenità: Mi bagno, ragazzi, é fantastico! Continuate a fottermi!

Mi piace il sapore dei vostri cazzi, il vostro succo é delizioso! Gli uomini cambiavano posizione. Sembrava insaziabile, vogliosa di orgasmi. I suoi genitori non avrebbero sicuramente riconosciuto in questa donna scatenata e folle di eccitazione la figlia casta e pudica che aveva vissuto 20 anni accanto a me. Quanto a me, avevo già eiaculato tre volte. Anna era stravolta e giaceva sul letto, con gli occhi chiusi.

Io sono tornato giù nella sala in cui i camionisti stavano raccontando ai nuovi arrivati, con dettagli salaci, le bellezze della puttana della casa, che sembrava prendere molto a cuore il nuovo lavoro. Il barman, interpellato dai nuovi clienti, li ha invitati a salire per divertirsi con mia moglie, precisando che per quella sera il servizio era gratuito e che bisognava approfittarne. Ho raggiunto di nuovo il mio posto di osservazione e ho constatato che Anna era già impegnata con due uomini.

Gli orgasmi di Anna si facevano rari e mi sono accorto che ad un certo punto sentiva male, soprattutto al culo, a forza di essere chiavata da tanti cazzi.

Fortunatamente, dopo sarebbero stati uomini singoli, non più a gruppi. Alle cinque del mattino, abbiamo lasciato il nostro amico sesso di gruppo La storia di mia moglie. Strada facendo, abbiamo fatto il conto degli uomini che aveva avuto quella sera: 16 in tutto! Anna mi ha proposto di tornarci tutte le notti per un mese perché aveva goduto molto facendo la puttana. Il mese successivo, ci siamo visti molto poco, perché io lavoravo di giorno quando lei dormiva e la sera, verso le dieci, sesso di gruppo La storia di mia moglie per andare a prostituirsi in quel bar fino alle 5 del mattino.

I clienti erano numerosi perché la sua reputazione di puttana arrapata e per niente cara, soprattutto se in gruppo, si era diffusa rapidamente. Il bar che fino a quel momento aveva vissuto solo sui camionisti vedeva adesso arrivare uomini soli o in gruppo e il nostro amico barman ha fatto buoni affari.