Urinoterapia per la potenza

Urinoterapia

Sesso con la più bella ragazza sexy

Quando l'uomo soffre, non è in grado di riflettere su di sé, dunque va aiutato in qualche modo. A tale scopo servono le medicine, i vari trattamenti, e per i casi estremi gli interventi chirurgici. La maggior parte della gente non conosce le leggi della vita cioè le vere cause delle malattie e, quando si ammala, si affida ai medici con la speranza di essere da essi guarita.

Non parliamo poi della chemioterapia che distrugge sia le cellule cancerose, sia quelle sane. La medicina ufficiale non si rende conto, magari in buona fede, che curando le malattie acute con i rimedi allopatici, si creano le premesse per lo sviluppo futuro Urinoterapia per la potenza malattie croniche, le quali sono in continuo aumento proprio per questo motivo.

La somministrazione di dosi massicce di farmaci allopatici spesso sovraccarica e blocca le cellule, impedendone la naturale Urinoterapia per la potenza alle tossine.

Nel primo caso parliamo di omeopatia, mentre nel secondo di presa di coscienza del modello o del significato della malattia. Se si riesce a riportare la problematica al livello superiore, il veleno si trasforma in dono. La medicina alternativa - omeopatia, fitoterapia, ago puntura cinese, cromoterapia, kinesiologia, etc - si basa su rimedi che agiscono a livello energetico e quindi più in profondità rispetto ai farmaci allopatici.

Terapie alternative. Al contrario la medicina ufficiale combatte direttamente il sintomo della malattia tramite la somministrazione di farmaci allopatici in dosi massicce che agiscono per reazione chimica e che sovente hanno effetti collaterali non trascurabili a danno di vari organi.

Per combattere il cancro la medicina ufficiale usa anche la chemioterapia, basata sulle radiazioni, che distruggono sia le cellule cancerose che quelle sane. Tali Urinoterapia per la potenza si possono ottenere anche tramite simboli. Essa è stata scoperta, sviluppata e insegnata da Samuel Hahnemann Gli attacchi principali degli avversari sono diretti al modo in cui i medicamenti omeopatici vengono preparati.

Proprio questo, dicono, avverrebbe in omeopatia. Sono stati fatti anche esperimenti su diversi medicamenti omeopatici. Sono stati analizzati con strumenti moderni fino alla struttura molecolare, constatando che tutti i medicamenti testati contenevano soltanto alcool con alcune impurità.

Scegliamo per esempio la Belladonna Bell. Si prende ora una parte di questa tintura e le si aggiungono 10 parti di solvente, per esempio alcool, quindi si scuote per bene. Questo scuotimento, che deve consistere in un determinato numero di piccole scosse cadenzate, viene definito potenziamento. Il risultato finale di questo procedimento si chiama Bell.

D1, cioè la prima potenza decimale della pianta di Belladonna. Di questo Bell. Chiudiamo la nostra tabella con D30 anche se il potenziamento non finisce certo qui. Urinoterapia per la potenza è noto Urinoterapia per la potenza già in Bell. Tutto quello che avviene a partire da D 23 è uno scuotimento rituale di alcool. Hanhemann utilizzava quasi esclusivamente la Trentesima potenza D30 ed eseguiva con questa tutte le cure.

Se a un paziente per esempio viene prescritto un D6, dovrà prenderne probabilmente un cucchiaio ogni due ore. E nessuno poi è in grado di spiegare come mai anche gli animali siano disponibili a guarire con la forza Urinoterapia per la potenza loro immaginazione, e con le cure omeopatiche.

Con questa cassetta è possibile per esempio registrare un concerto o una conferenza. Lo stesso vale per un libro che in sé consiste di carta, colla e inchiostro per stampa. Il contenuto del libro, ovvero la sua vera e propria informazione, è andato perduto. Il fatto che titoli diversi corrispondano a contenuti diversi, è cosa che in laboratorio non è possibile constatare.

Gli stessi latori di informazioni possono portare le informazioni più diverse, e le medesime informazioni possono essere affidate ai più Urinoterapia per la potenza latori. Nel fisico si mostrano semplicemente le orme della malattia. Se vogliamo guarire, dobbiamo sempre sperimentare una dilatazione della coscienza, attraverso la comprensione del nostro problema conosci te stesso. Tutti i principi sono individualizzati nel macrocosmo come minerali, animali o piante.

Esattamente questo succede attraverso il potenziamento del medicamento omeopatico. La velenosità delle diverse sostanze si differenzia soltanto nella dose necessaria per un effetto venefico. Tutti i fenomeni che ora si manifestano vengono osservati con la massima cura e protocollati. Una malattia prodotta da avvelenamento mostra sempre la reazione individuale, soggettiva di un corpo alla sostanza, ma attraverso il controllo ripetuto della medesima sostanza in diversi individui è possibile individuare esattamente gli effetti di un determinato medicamento.

Nel controllo del medicamento la persona sana prende il medicamento e si ammala. La caduta dal regno del pansiero a quello della materia rende venefici i principi in quanto venefico è il polo opposto di sano, santo. Nel malato Urinoterapia per la potenza dei suoi principi primi precipita nella forma materiale e si materializza sul suo corpo avvelenandolo.

Il malato riceve ora quello che gli manca. Col principio di similitudine Hanhemann ha formulato correttamente e in modo valido Urinoterapia per la potenza principio primo.

Il principio di opposizione contraddice la legge universale. Egli preparava invece i suoi medicinali alchimisticamente, ottenendo gli stessi risultati del potenziamento. Tale constatazioneclinico-sperimentale, più volte rilevata e poi confermata nel corso dei secoli, porta a Urinoterapia per la potenza che gli stessi agenti che hanno provocato il male lo guariscono e pertanto che tali agenti sono capaci di guarire dei sintomi analoghi a quelli che essi sono in grado di produrre.

Elemento fondamentale pertanto non è la fisiopatologia quanto il sintomo che non è esso stesso oggetto di cura, come troppo spesso si verifica nella medicina ufficiale, ma che viene studiato e correlato con molti altri per comprendere profondamente la situazione del malato e soprattutto individuare un quadro che porti alla scelta del rimedio specifico.

Ogni sistema vivente è come un sistema di flusso. Tali rimedi, localizzandosi come azione sui circuiti Epifisi-Ipofisi-Ipotalamo-Sistema Limbico, hanno la funzione di riequilibrare, riordinare il modo di ricevere, di registrare e di vivere gli input esterni ed interni aiutando il paziente alla consapevolezza di se stesso ed alla sua salute terapia primaria o causale. Ma non basta!

I rimedi funzionali o amplificatori agiscono sul tessuto connettivale ubiquitario e sul sistema di regolazione cibernetico in toto con polarizzazione specifica o stimolante, o modulante, o riequilibrante.

In altre parole si va ad operare sulla natura Urinoterapia per la potenza sintomo come connotazione istopatologica, al di là del livello in cui si sviluppa il sintomo e la sua localizzazione ed entità Urinoterapia per la potenza funzionale. Ecco allora che si possono utilizzare i rimedi strutturali sintomatici o di riattivazione che agiscono sulla localizzazione del sintomo, cioè il livello dove si manifesta, e la sua entità Urinoterapia per la potenza strutturale o lesionale.

Da questo punto di vista, la malattia è solo una spia, fedele e chiarificatrice, Urinoterapia per la potenza una disarmonia comportamentale del vivere.

Nota 1. La PNL studia i canali normalmente Urinoterapia per la potenza dagli individui per comunicare Visivo, Uditivo, Cinestetico e insegna a creare un rapporto. La PNL è lo studio di come il linguaggio, sia verbale che non verbale, influisca sul nostro sistema nervoso. La nostra capacità di fare alcunchè nella vita si basa sulla capacità di governare il sistema nervoso. Coloro i quali riescono a ottenere risultati eccezionali, lo fanno producendo specifiche comunicazioni con e attraverso il sistema nervoso.

La PNL studia come gli individui comunicano con se stessi in modo da produrre condizioni ottimali, in modo da disporre del massimo numero possibile di scelte comportamentali. Ma cosa significa Condizionamento Neuro-Associativo? Cosa sono le neuroassociazioni?

Le neuroassociazioni sono sntimenti e sensazioni che noi associamo ad un determinato stimolo e possono essere Emozionali, Fisiologiche, e persino Istologiche. Tutti noi produciamo due forme di comunicazione che plasmano le nostre esperienze esistenziali. In primo luogo ci dedichiamo a comunicazioni interne, e Urinoterapia per la potenza le cose che immaginiamo, diciamo e sentiamo nel nostro intimo. E ha qualche conseguenza per noi e per gli altri. Comunicazione è potere.

Le persone che influiscono sui pensieri, i sentimenti e le azioni della maggior parte di noi sono quelle che sanno come servirsi di questo strumento di sapere. Il trattamento energetico, se combinato a tecniche di rilassamento, risulta più efficace in quanto il paziente collabora attivamente attraverso una respirazione profonda e cosciente. Anche da parte del paziente è necessario sviluppare questa consapevolezza.

Dio, lo Spirito, è il vero Urinoterapia per la potenza. Perché vorrei fare il terapeuta? Spinto dalla compassione, che è amore incondizionato. Che cosa curo? I corpi di luce e possibilmente il corpo fisico. Dove curo? Ovunque e in ogni luogo, se le circostanze lo permettono. Come curo? Che cosa uso per curare? La mia consapevolezza che sono un essere di luce e ho la capacità di trasmettere amore incondizionato, attraverso il mio essere e da esso, per mezzo dei miei chakra e Urinoterapia per la potenza mie mani.

Egli deve stare attento a non cadere nella trappola della personalità egoica di volere una gratificazione, perché la personalità Urinoterapia per la potenza dà valore a un risultato positivo. Durante il trattamento di Energia, si fa respirare il paziente secondo una tecnica di respirazione che rilassa il sistema nervoso Urinoterapia per la potenza riattiva gradualmente la sua Energia interiore in modo da renderlo autonomo.

Se la siccità persiste, la pianticella sarà destinata a seccarsi. In occidente è conosciuta sin dal Negli anni il Dr. John W. Anche altri, tra cui il Dr. Pauls, Matha Christy, Hulda Clark, hanno portato avanti con successo il discorso su questa terapia.

Non richiede neppure una prescrizione medica. La sua efficacia aumenta notevolmente se accompagnata dal digiuno. Continuare per un lungo periodo a bere urina. Per maggiore dettagli vedi capitolo " Urinoterapia ". Il precursore della cromoterapia fu un certo indiano, Dinshah P.