Pone per una varietà di sesso

It's time for porn to change

Video erotico sesso libero

La sessualità è un tema che ovviamente è di interesse a molte persone. Vorrei impostare la discussione di oggi in maniera piuttosto informale. Più tardi nel pomeriggio, possiamo avere una discussione con domande e scambi di opinioni.

Fondamentalmente, avere un comportamento etico significa seguire queste norme. Le norme vengono definite dai cittadini. In seguito, è di nuovo una questione di obbedienza. Dobbiamo obbedire alle leggi. Dunque la nostra etica occidentale è la combinazione di questi due sistemi. Invece, il fondamento etico del Buddhismo è del tutto diverso. Fondamentalmente la vita è dura, la vita è difficile. Quello che Buddha ha insegnato in questo contesto è che ci sono alcuni tipi di comportamento che ci creeranno problemi e sofferenza in futuro.

Se vogliamo evitare di soffrire, dobbiamo evitare questi tipi di comportamento. Se invece non ci importa di quanti problemi causiamo a noi stessi, non fa nulla.

Possiamo andare avanti a comportarci in questo modo. Ognuno di noi ha la scelta. Buddha non ha dato comandamenti morali come nella Bibbia. Se smettiamo di comportarci in questo modo, siamo saggi. Tutto qui. Attraverso la pratica buddhista, miriamo a sviluppare atteggiamenti costruttivi come la rinuncia. Non voglio più avere questi problemi. Più specificamente, decidiamo che saremo noi stessi a toglierceli di torno. Nessuno ce ne libererà tranne noi stessi.

Smettiamo di crearne le cause e in questo modo i problemi che ne derivano non sorgeranno più. Per esempio, se i nostri problemi derivano da una rabbia terribile o da un attaccamento ossessivo, allora, siccome non vogliamo più avere questi problemi, rinunciamo a loro e alle loro cause.

Sono disposto ad abbandonare la mia indole collerica e la mia rabbia. Sono disposto ad abbandonare il mio attaccamento. Difficilmente il semplice recitare e praticare il rituale di una puja, senza essere disposti ad abbandonare il nostro attaccamento o la nostra rabbia, riuscirà ad avere un impatto su quei tratti distruttivi del nostro carattere, come la rabbia. Questo perché non applichiamo alla nostra vita di tutti i giorni nessun atteggiamento positivo che sviluppiamo durante la puja.

Molte persone che entrano in contatto con il Buddhismo, se guardano onestamente dentro di sé, a cosa mirano? Non cercano neppure la liberazione. E questo va bene. Buddha ha insegnato metodi per migliorare la nostra situazione nel samsara, per esempio come ottenere una rinascita migliore. Questo fa parte degli insegnamenti buddhisti. Vogliamo migliorare il nostro samsara in questa vita, proprio adesso. Anche questo va bene. Ma se siamo realistici e onesti riguardo ai nostri scopi finali, non avremo molte difficoltà ad adottare una condotta etica buddhista.

Ancora una volta, una delle questioni che dobbiamo affrontare è che la maggior parte di noi s'avvicina al Buddhismo partendo da un contesto giudaico-cristiano. Se non cerco di diventare Buddha pone per una varietà di sesso di aiutare tutti, ma semplicemente cerco di migliorare il mio samsara, sono una persona cattiva, un cattivo discepolo, un cattivo buddhista.

Andiamo avanti nel modo più appropriato per noi, a seconda del livello in cui ci troviamo. Quindi anche se spiritualmente sei ancora un bambino, devi essere un adulto e comportarti in maniera tale. Questo è cruciale. Ora dobbiamo capire questa affermazione. Non stiamo parlando degli effetti delle nostre azioni su qualcun altro, perché questi sono incerti.

Dunque gli effetti delle nostre azioni in termini di felicità o sofferenza per gli altri non sono affatto certi. Anche se ovviamente cerchiamo di non nuocere ad altri, nonostante tutto non pone per una varietà di sesso in grado di predire quello che succederà a loro. Potremmo cucinare un pasto delizioso e il nostro ospite muore soffocato mangiandolo. Come facciamo a sapere quello che accadrà?

Ma, secondo gli insegnamenti buddhisti, quello che è certo riguardo alle nostre azioni è il risultato che esse avranno su di noi. Non stiamo parlando di un effetto immediato. Per esempio, potremmo avere una relazione extraconiugale e in quel momento godere molto del piacere di essere con la pone per una varietà di sesso amante. Se abbiamo questo di corpo, esso avrà fame, quindi dovremo nutrirlo.

Allo stesso modo, se abbiamo questo tipo di corpo, ci saranno degli ormoni sessuali. Ci sarà una funzione biologica relativa al sesso che in qualche modo dovremo gestire. Per esempio, se mangiamo spinti da una tremenda avidità e attaccamento — semplicemente ci ingozziamo come un maiale — questo è autodistruttivo.

La stessa cosa vale per il sesso. Il risultato che deriva da una stessa azione varia in funzione della motivazione. Quello su cui dobbiamo lavorare, nel contesto della rinuncia, non è l'atto sessuale in sé, ma pone per una varietà di sesso attaccamento e desiderio bramoso. Facciamo un esempio. Siamo sempre alla ricerca di qualcosa di meglio. Vogliamo sempre avere di pone per una varietà di sesso e non pone per una varietà di sesso mai goderci quello che abbiamo nel presente.

Questo atteggiamento ci rende frustrati ed infelici. Lo stesso vale nel caso in cui siamo sempre alla ricerca del partner sessuale perfetto. Non troveremo mai il partner perfetto. Saremo sempre insoddisfatti, e sarà il nostro atteggiamento mentale a renderci infelici. È una favola per bambini. Non accadrà mai. Dobbiamo avere un atteggiamento più realistico nei confronti della sessualità.

Se andiamo a vedere gli insegnamenti che indicano quali siano i comportamenti sessuali di tipo distruttivo, troviamo elenchi di ogni genere. Se andiamo ad osservare questo aspetto, dobbiamo cercare di capire per quale motivo questo comportamento è distruttivo, perché ci crea dei problemi? Andiamo a vedere il primo di questi due casi.

Ma non è sicuro. Forse siamo in una relazione in cui per il nostro partner va bene. Questo è possibile. Temono che se faranno delle obiezioni, potrebbero perderci e quindi preferiscono non dire nulla o dire che va bene. Ma dentro di loro possono soffrire molto. È fortemente necessario essere sensibili nei confronti dei nostri partner per capire se sono davvero sinceri quando ci dicono che va bene.

I nostri partner saranno infedeli. Anche se in questo momento non abbiamo un partner, questo potrà accadere in relazioni di coppia che avremo in futuro. Possiamo persino arrivare ad uccidere o rubare se qualcuno inizia a ricattarci per mantenere il segreto in modo che il nostro partner non lo venga a sapere o noi non rischiamo di perdere il lavoro.

Dobbiamo liberarci del ricattatore in modo da non venire scoperti. Nella discussione in merito a partner sessuali impropri, i testi classici buddhisti non fanno una distinzione a seconda se abbiamo già un partner sessuale oppure no.

Comunque, io penso che specialmente nel nostro contesto occidentale moderno, dobbiamo ammettere che le conseguenze negative che ho appena menzionato sorgerebbero in entrambi i casi. Allo stesso modo, pone per una varietà di sesso testi classici non menzionano conseguenze negative nel caso in cui abbiamo già un partner ed abbiamo una relazione sessuale con qualcun altro che non ha un partner oppure che non ha limitazioni alla propria attività sessuale imposte da parte dei propri genitori o dai propri voti.

Ma penso che anche in questo caso ci sarebbero le stesse conseguenze negative in termini di sofferenza. Ma anche se non abbiamo un partner, siamo spinti ad avere una relazione sessuale pone per una varietà di sesso il partner di qualcun altro perché siamo insoddisfatti dalla possibilità di trovare un partner tra coloro con cui sarebbe appropriato avere una relazione. Forse non ci abbiamo neppure provato.

Ma siamo insoddisfatti di questo — non è abbastanza eccitante. Oppure potremmo scegliere di fare sesso in pieno giorno sul pavimento del soggiorno, quando i nostri bambini potrebbero entrare in qualsiasi momento e vederci. Questo potrebbe causare loro un grande trauma. Per esempio, possiamo avere una certa prassi sessuale stabilita con il nostro partner nel senso di fare sesso in certe posizioni e modalità accettate di comune accordo.

Ma diciamo che abbiamo un repertorio concordato di modalità per fare sesso. Oppure se abbiamo un rapporto sessuale non protetto con qualcuno che potrebbe contagiarci con una malattia a trasmissione sessuale, o con qualcuno a cui potremmo trasmettere questo tipo di malattia nel caso in cui noi ne siamo infetti, allora anche questo sarebbe distruttivo ed inaccettabile.

Le forme ed i modi dei nostri atti sessuali devono essere, da un punto di vista convenzionale, ragionevoli e sani. Ovviamente possono pone per una varietà di sesso molte opinioni differenti, pone per una varietà di sesso a livello culturale che a livello individuale, riguardo a quali forme di sessualità siano ragionevoli e sane e quali invece siano distruttive, ma lasciamo da parte questa discussione.

Non succederà mai. Ci causerà inevitabilmente problemi e infelicità. Ma sicuramente creerà problemi per noi. Va bene, è una nostra pone per una varietà di sesso. Ma se vogliamo mettere fine a questa infelicità, a questa continua ansia e frustrazione e a questa continua ricerca di qualcosa di meglio, allora dobbiamo astenerci da questo tipo di attività.